L’obiettivo di Networking di condivisione delle migliori pratiche e metodologie sarà perseguito a partire da un accurato inventario dei progetti precedenti e dei progetti in corso LIFE relativi alla salvaguardia della specie di riferimento o a specie con caratteristiche simili. Saranno contattati tutti coloro considerati rilevanti. Attraverso questi contatti sarà possibile introdurre future partnership per altri progetti e creare una potenziale massa critica per accrescere l’impegno delle autorità locali, delle associazioni e di altri portatori di interesse verso la salvaguardia del Falco Naumanni.

Al fine di scambiare esperienze e valutare potenziali sinergie, sono programmate 3 viaggi verso destinazioni dell’Unione Europea dove sono in corso o sono conclusi altri progetti LIFE considerati rilevanti o conclusi, che abbiano lasciato una considerevole esperienza positiva sul campo. Questi viaggi avranno luogo tenendo conto dei risultati rilevanti di queste iniziative e fornendo un valore aggiunto alle visite durante le quali saranno presentate il presente progetto e le migliori pratiche testate.

La Commissione Scientifica attiverà anche contatti con le maggiori aree europee di riproduzione (cioè Grecia, Spagna, Paesi balcanici e Turchia) condividendo le conoscenze che saranno man mano progressivamente acquisite grazie all’attivazione del monitoraggio globale attraverso il sistema satellitare Argos e alle attività di tutela portate avanti sul campo. Considerando le caratteristiche globali di questa specie prioritaria totalmente migratrice, questa attività di networking sarà particolarmente utile al fine di condividere e comparare le metodologie adottate nelle numerose aree, secondo le diverse caratteristiche territoriali e il differente approccio. Coinvolgendo regioni come i Balcani occidentali, dove il Falco Naumanni era ampiamente diffuso nelle precedenti decadi, e la Turchia, che è in realtà un serbatoio globale per questa specie prioritaria ma dove azioni molto sporadiche stanno avendo luogo sul campo per la sua salvaguardia, questo lavoro in rete sarà particolarmente rilevante per migliorare lo stato di salvaguardia del Falco Naumanni.

Partecipazione di esperti internazionali

Esperti (2 per ogni Paese) da Grecia, Spagna, Balcani Occidentali e Turchia saranno invitati a unirsi alla Commissione Scientifica una volta all’anno, a partire dal secondo anno del progetto. Essi verranno in Italia 3 volte soggiornando 3 notti ogni volta e porteranno il loro bagaglio di esperienze nelle azioni di tutela per migliorare la qualità del lavoro che sarà portato avanti dalla Commissione Scientifica. Numerosi input potranno venire anche dal lato degli esperti internazionali alla stesura del Piano d’Azione Nazionale per il Gheppio Minore che integrerà le metodologie all’avanguardia nel documento finale ufficiale che sarà presentato al Ministero dell’Ambiente.

Allo scopo di creare un networking internazionale sono state individuate le seguenti organizzazioni per futuri contatti.

– DEMA (Defensa y studio del Medio Ambiente) per la Spagna;

– la LPO Paca (Ligue pour la Protection des Oiseaux delegacion regional Provence-Apes- Côte d’Azur) per la Francia;

– i Green Balkans Federation per la regione balcanica;

– la Liga para a Protecção da Natureza (LPN) ;

– l’HOS Hellenic Ornithological Society;

– la Doga Dernegi e i Parchi nazionali della Turchia del Sud dove questo uccello risiede in Turchia.

Allo scopo di lavorare in rete, i seguenti progetti potrebbero essere potenzialmente contatti per paragoni, trasferimenti e condivisioni delle lezioni apprese in merito alle migliori pratiche:

(LIFE05 NAT/F/000134) «Conservation et renforcement du Faucon crécerellette dans l’Aude (France) et l’Extrémadure (Espagne) – LIFE Transfert», Ligue pour la Protection des Oiseaux (FR);

(LIFE04 NAT/ES/000034) «Adaptation of the electric power lines in the SPA of Aragón – ZEPA eléct. Aragón», Dirección General de Desarrollo Sostenible y Biodiversidad. Gobierno de Aragón (ES);

(LIFE00 NAT/E/007297) «Conservation of Falco naumanni nesting habitat in Aragon – Falco Aragón», Dirección General de Desarrollo Sostenible y Biodiversidad. Gobierno de Aragón (ES);

(LIFE02 NAT/P/008481) «Re-establishment of the Lesser Kestrel (Falco naumanni) in Portugal – Peneireiro», Liga para a Protecção da Natureza (PT);

(LIFE99 NAT/E/006341) «Conservation Lesser Kestrel (Falco naumanni) in the S.P.A. Villafáfila – Falco naumanni/Villafafila», Junta de Castilla y León – Consejería de Medio Ambiente (ES);

(LIFE05 NAT/IT/000009) «Safeguard of the threatened raptors of the Matera Province – Rapaci Lucani», Province of Matera (IT);

(LIFE06 NAT/IT/000026) «Salvaguardia dei rapaci della ZPS “Promontorio del Gargano” – Rapaci del Gargano», Province of Foggia (IT);

(LIFE99 TCY/IL/009) «Conservation of Endangered Birds of Prey in Israel», Society for the Protection of Nature in Israel (IS).

Queste organizzazioni, insieme con altri portatori di interesse internazionali attivi nel campo della protezione della natura e della biodiversità, saranno inseriti in una mailing list dedicata e raggiunti con comunicazioni relative allo stato attuale e ai principali traguardi del progetto.

Infine, il Gru.Gri. si occuperà delle questioni sensibili della specie legate al monitoraggio migratorio e al suo stato locale e globale di salvaguardia. Questo lavoro sarà eseguito per giovare non solo alla strategia nazionale per la protezione del Falco Naumanni, ma anche alla strategia globale. A quest’ultimo scopo, il Gru.Gri attiverà le sopraccitate relazioni al fine di avviare consultazioni per creare pratiche di gestione e salvaguardia da adottare globalmente e praticamente.

 Ragioni per le quali questa azione è necessaria:
Il networking internazionale sembra essere la migliore strategia per creare la migliore protezione per questo uccello migratore in tutto il mondo (Piano d’Azione UE). Gli enti e le organizzazioni internazionali saranno scelti sulla base della loro provata esperienza scientifica e sul campo. Proprio gli apprezzati progetti LIFE precedente e attuale saranno selezionati per una migliore condivisione e il confronto di migliori pratiche. Una volta individuati gli altri progetti LIFE, i loro staff di gestione saranno raggiunti dallo staff di gestione della presente iniziativa e invitati a unirsi ai maggiori eventi di comunicazione e divulgazione.

Le informazioni saranno strutturate presentando una sessione specifica sul sito web del progetto e mostrando i link con questi “amici del progetto”, così come una sintesi di ognuna di queste iniziative.

Beneficiario responsabile della realizzazione
Gravina
Risultati attesi (informazioni quantitative ove possibile)
Informazioni fornite dai sensori di sistema Argos raccolte e analizzate all’interno della Commissione Scientifica allargata (a partire dal secondo anno).

– Contributo della Commissione Scientifica Internazionale per stabilire le Migliori Pratiche di Salvaguardia per il Gheppio Minore nella Regione Mediterranea.

– Link operativi stabiliti con altri progetti LIFE+ rivolti alle specie di uccelli prioritarie e a testare le migliori pratiche.

Sarà data maggiore priorità al progetto che alla fine si rivolge alla stessa specie (Falco Naumanni).

– Altri rappresentanti del progetto (LIFE+ Natura) prenderanno parte ai maggiori eventi di divulgazione del presente progetto.

– I rappresentanti del presente progetto partecipano ai maggiori eventi di divulgazione degli altri “progetti amici” (LIFE+).